Cavallino Bianco di Rumo: una storia di persone

Arrivando al Cavallino Bianco di Rumo respirerete subito l’aria di storia che lo abita. Una storia fatta di emigrazione, matrimoni, figli, ma anche di stenti e di rinascite, che inizia ai primi del ‘900.

Oggi ad accogliervi ci sono Elisabetta e Fabrizio, ma la storia ha inizio con i bisnonni di Elisabetta, Antonio e Maria, che per primi cercarono fortuna in America. Morta la prima moglie, Antonio emigrò poi in Austria, Svizzera e Germania. I soldi guadagnati venivano mandati all’uomo più importante di Rumo, il Podestà, perché acquistasse a loro nome un terreno.

Ma qui arrivò l’imbroglio: anziché comprarlo per loro, il Podestà se lo intestò. Di fronte al torto subìto, Fedrigoni non si arresero e acquistarono un’Osteria per mettersi in concorrenza con l’attività del Podestà. Tramandata di padre in figlio, l’Osteria è diventata pian piano un vero e proprio hotel, che il nipote Enrico e la moglie Marta hanno fatto diventare l’albergo Cavallino Bianco che oggi voi conoscete.

Ora Enrico e Marta hanno deciso di far continuare la storia, consegnandola al futuro e alle mani competenti di Elisabetta e del marito Fabrizio.

Lo staff del Cavallino Bianco che vi accoglierà: